Rotta 1

GIORNO: Spalato - Milna (Brač)

Milna è il più bel porto dell'isola di Brac, protetto dai venti forti e rinfrescato dal maestrale nei pomeriggi estivi, è il rifugio ideale per le persone che amano la tranquillità e vogliono rilassarsi e godere dei privilegi di una barca.

Milna si trova in fondo ad un’ampia insenatura sulla costa occidentale di Brac. Sono tantissimi i motivi per esplorare questa città mediterranea: il mare cristallino della Croazia, le sfumature delle foreste di antichissimi pini, le facciate in pietra bianca baciate dal sole, i meravigliosi fondali, il cibo sano tipico della dalmazia.

C'è una grande gamma di ristoranti di pesce, pizzerie e piacevoli bar che potrete scegliere, situati nelle immediate vicinanze del mare nella bellissima cittadina di Milna.

La marina di Milna si trova nella parte sud-orientale della baia omonima, adiacente alla città.

GIORNO 2: Milna - Hvar (Hvar)

Hvar è una delle mete più ambite e più visitate della riviera dalmata. È caratterizzata da un clima caldo e piacevole con tanto sole, un colorato ambiente naturale, varie opzioni per un alloggio di qualità, la cordialità ed ospitalità mediterranea, numerosi ristoranti e trattorie che offrono squisite specialità nazionali e vini prestigiosi, attività sportive e ricreative, una vita notturna eccitante, ecc..

Grazie alla sua posizione lungo l'antica rotta marittima, Hvar possiede una storia molto più ricca di qualsiasi altra isola dell'Adriatico: palazzi e chiese antichissime, pregevoli dipinti e statue, così come opere letterarie e musicali d'arte realizzate sull'isola risultato dell'ispirazione inesauribile che l'isola offre.

Il porto della città ha una bassa protezione contro i venti forti.

GIORNO 3: Hvar - Vela Luka (Korčula)

L'area di Vela Luka, sull'isola di Curzola reca testimonianze archeologiche di insediamenti già dal Paleolitico, e di popoli come gli Illiri, i Romani e l’antica popolazione slava.

La città di Vela Luka si trova alla fine di una baia lunga 9,2km, che offre ottimo riparo dalle intemperie. I viaggi sono organizzati più volte al giorno per raggiungere le numerose isole circostanti, tra cui le ben note Proizd e Ošjak.

GIORNO 4: Vela Luka - Korčula (Korčula)

L'isola di Korcula è il gioiello dell'arcipelago Adriatico. L'isola è frastagliata con una serie di isole e insenature, e una attenzione particolare data alla sua rigogliosa vegetazione. Si può nuotare su molte spiagge, così come esplorare un fantastico mondo sommerso ricco di flora e fauna.

La città di Korcula è il centro storico e turistico di sua omonima isola: si tratta di una delle città medievali meglio conservate del Mediterraneo. Essa possiede anche una danza tipica, la Moreška, un ballo cavalleresco che si può trovare soltanto su questa bellissima isola.

La città di Korčula è anche considerata il luogo di nascita del più grande viaggiatore del mondo, Marco Polo, la cui casa natale si trova nel centro della città vecchia.

La Marina di Korčula si trova in una piccola insenatura ad est della città. Il suo versante settentrionale è protetto da un frangiflutti.

GIORNO 5: Korčula - Pomena (Mljet)

Pomena è un piccolo villaggio di pescatori che si stabilirono nel cuore del Parco Nazionale di Mljet. Essendo molto vicino a Dubrovnik, e collegato ad esso da regolare linea di traghetti.

Pomena è una destinazione turistica unica poiché è parte di un ambiente naturale e storico incontaminato, mantenendo allo stesso tempo i vantaggi della vicinanza di un grande centro come Dubrovnik.

Ci sono svariate possibilità di alloggio e di attività in Pomena, persino nell'isola di Mljet, il parco nazionale, non è da trascurare quando si viaggia attraverso l'Adriatico.

GIORNO 6: Pomena - Šipan

Šipan è l'isola più grande del gruppo di isole Elafiti, al largo della costa di Dubrovnik. Sulla sua modesta superficie 15km2, ci sono 42 ville e 34 chiese, in gran parte abbandonate al giorno d'oggi, anche se alcune sono in fase di restauro. La natura incontaminata e ricca, autentica vegetazione mediterranea sono stati riconosciuti fin dai tempi più antichi: infatti l’isola una volta era abitata da oltre 7000 persone, avendo solo come centri abitati Sipan e i due villaggi Šipanska Luka e Suđurađ. Le crisi nel 20 ° secolo ha portato al declino di Sipan, ma negli ultimi tempi sono stati effettuati molti investimenti che promettono un cambiamento in meglio.

Rimane sempre è un sito dai paesaggi marini e terrestri incredibili, dalla flora e la fauna incontaminata, e non può mancare come meta di ogni escursione o viaggio attraverso l'Adriatico meridionale.

GIORNO 7: Šipan - Dubrovnik

La città di Dubrovnik, una volta il centro della Repubblica di Ragusa (antico nome italiano della città), che per un certo tempo ha gareggiato sulla parità di potenza con Venezia, è oggi uno dei più importanti centri turistici e storici sul mare Adriatico, così come il Mediterraneo.

Di gran lunga il modo migliore per vivere il vasto patrimonio culturale e storico di Dubrovnik è quello di percorrere le sue strade a piedi. Una passeggiata sul famoso Stradun, circondato da 2km di, vi porterà nel passato in mezzo a numerosi palazzi, chiese e vari luoghi che evidenziano la vasta gloria di Dubrovnik. Il suo nome è un po’ sinonimo di Croazia nel mondo, per questa ragione la popolazione aumenta di dieci volte durante l’estate.